Frutta secca: in questo periodo particolare della nostra vita, i disturbi dell’umore sono molto frequenti e vanno monitorati ogni giorno. Abbiamo numerosi modi per aiutarci ad affrontare i momenti di sconforto, tra questi appare un alimento conosciuto e apprezzato per i valori nutrizionale: la frutta secca.

Quali sono i principali campanelli di allarme che dobbiamo tenere sotto controllo?

  • Perdita d’interesse generale ( per le cose e per se stessi).
  • Apatia.
  • Mancanza di concentrazione.
  • Disturbi del sonno.
  • Mancanza di energia.
  • Scarso appetito o iper appetito  (con conseguente squilibrio ormonale).

Quali sono i motivi che portano alla scelta delle frutta secca come antidepressivo? Vediamoli insieme:

1.            Energia e nutrienti per il cervello.

2.            Stabilizzatori del livello di zucchero nel sangue.

3.            Stimolatori della serotonina.

4.            Giusto apporto di Sali minerali e vitamine.

A partire dalla colazione, la frutta secca deve essere introdotta nelle persone che cominciano a soffrire di disturbi depressivi.

Ci sono delle tipologie di frutta secca migliori di altre?

La caratteristica principale deve essere quella della presenza di OMEGA 3. Parliamo di lino, arachidi, mais, soia, e nella frutta secca, mandorle e noci .

Anche gli alimenti nervini come i caffè, the etc possono aiutare a stimolare nuovi pensieri, non per questo negativi.

Come spiegato in molti dei nostri articoli, l’alimentazione deve essere associata ad uno stile di vita sano, un’attività fisica all’aperto e la consapevolezza di riconoscere il problema e provare a risolverlo. Per esempio, è risaputo che la luce solare sia un vero nutrimento per il corpo e la  mente, questo perché attiva tutti i ricettori del nostro cervello.

In questo momento di forte stress interiore, dove ci ritroviamo a dover affrontare le nostre paure più grandi, possiamo decidere di farci sopraffare da queste ultime , oppure di affrontare la situazione facendoci aiutare appunto, dalla atra e dall’alimentazione sana.

Non ci resta che cominciare.

0